Protagonista di una tavola sana e gustosa, Pasta di Canossa presenta i suoi prodotti tutti trafilati al bronzo e dall’alto valore proteico.

pasta corta

il PACCHERO

500 g
10/12 min

Ideale con zucca e asiago

Mettete a bollire l’acqua leggermente salata per la pasta. In una padella fate soffriggere con un po’ di olio extra vergine d’oliva la cipolla rossa tagliata a fettine. Aggiungete la zucca tagliata a dadini e mescolate. Versate la pasta nell’acqua bollente. Una volta cotta versatela in padella con la zucca e la cipolla. Infine, a fuoco spento, aggiungete i dadini di asiago e il pepe.

la gramigna

500 g
5 min

IDEALE CON PANNA E SALSICCIA

Ponete sul fuoco una casseruola con abbondante acqua e portatela al bollore, salate poi buttateci la gramigna e lasciatela cuocere. In una padella capiente lasciate fondere il burro e aggiungete la cipolla finemente tritata senza farla colorire unite anche la salsiccia spellata e ridotta a pezzettini lasciandola insaporire e cuocere da ogni parte. Poi aggiungete anche la panna amalgamandola al sughetto. Raggiunta la cottura ideale della gramigna scolate la pasta e versatela umida nella padella con il condimento, mescolate gli ingredienti e aggiungete il parmigiano, mescolate ancora e unite una macinata il pepe.

i fusilli

500 g
7 min

ideale con pesto e pinoli

Mettete il pesto in una ciotola abbastanza grande da poter contenere la pasta e copritela cona un piatto o pellicola trasparente, altrimenti potrebbe scurire.
Lessate la pasta in abbondante acqua salata e scolatela, con una ramina forata, direttamente dentro la ciotola del pesto. Mescolate accuratamente assieme ad un filo d’olio a crudo. Servite decorando con i pinoli e le scaglie di pecorino.

il rigatone

500 g
6 min

IDEALE CON RAGOUT

Tritate la pancetta con la cipolla, la carota e il sedano e rosolate nel burro per 15 minuti senza far colorire. Unite la carne di manzo e di maiale e rosolate per qualche minuto con mezzo bicchiere di vino. Aggiungete il brodo di carne, il concentrato, il vino rimasto e i pelati. Salate pochissimo e lasciate cuocere a fuoco lento per 1 ora, mescolando ogni tanto: il sugo dovrà essere molto denso. Salate e pepate.

il maccherone

500 g
7 min

IDEALE CON SELVAGGINA

Tagliate la carne in pezzi piuttosto grossi e metteteli all’interno di un recipiente di plastica assieme ad un litro di vino rosso, un bicchiere d’aceto e degli odori (rosmarino, salvia e alloro) a vostro piacimento. Aggiungete un gambo di sedano fatto a pezzetti oppure una carota ridotta a rondelle. Dopo aver lasciato alla selvaggina il tempo di assorbire gli odori, asciugarla con un panno pulito. Prendete una casseruola e versate al suo interno 4 cucchiai di olio extravergine di oliva e degli spicchi d’aglio divisi a metà. Accendete il fuoco e fate rosolate. Aggiungete il battuto composto da carota, sedano, rosmarino, alloro, salvia e cipolla. Unite la pasta già cotta e servite.

le pennette

500 g
6 min

IDEALE CON LE SARDE

Pulite le sarde e mettete in ammollo l’uvetta. Affettate una cipolla e versatela in una padella insieme all’olio e alle acciughe. Nel frattempo stemperate lo zafferano nell’acqua e versatelo in padella unendo anche le sarde pulite. Versate nel tegame l’uvetta scolata, la granella di mandorle e i pinoli, mescolate e proseguite la cottura per altri 10 minuti. Lessate il finocchietto e scolatelo bene senza gettare via l’acqua in cui andrete a cuocere la pasta. Tostate il pangrattato versandolo in una padella insieme a un po’ d’ olio. A cottura raggiunta scolate le pennette e versatele nel tegame per una breve spadellata. Impiattate e guarnite con le panure.

pasta lunga

i bucatini

500 g
7/8 min

IDEALE CON CACIO E PEPE

Prendete una ciotola e grattugiate il pecorino romano. Aggiungete un mestolo di acqua di cottura della pasta e mescolatelo fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Macinate abbondante pepe nero. Quando i bucatini risulteranno cotti, scolateli e mantecateli nella crema di pecorino e pepe, precedentemente preparato. Amalgamate bene e serviteli subito.

il chitarrone

500 g
6 min

IDEALE ALL’AMATRICIANA

Mettete in una padella il guanciale a pezzetti, l’olio d’oliva e il peperoncino. Rosolate a fiamma vivace per qualche minuto e sfumate con il vino bianco.Togliete il guanciale dalla padella e tenetelo da parte, al caldo. Unite all’unto rimasto in padella il pomodoro, aggiustandolo di sale. Togliete il peperoncino e aggiungete alla salsa i cubetti di guanciale. Mescolate in una terrina la pasta già cotta, il pecorino grattugiato e infine la salsa.

gli spaghetti

500 g
7 min

IDEALE CON POMODORO FRESCO

Fate soffriggere nell’olio gli spicchi d’aglio leggermente schiacciati. Togliete il padellino dal fuoco per qualche istante ed aggiungete il pomodoro a pezzi, un pizzico abbondante di sale, una punta di zucchero, le foglie di basilico lavate e spezzettate. Lasciate sobbollire a fiamma bassa per 20 minuti circa. Lessate la pasta in abbondante acqua salata e una volta scolata, saltatela a fiamma vivace nella padella del condimento per qualche minuto. Servite il piatto decorandolo con foglie di basilico fresche.

Please turn your phone